Donate Ora

Potete aiutare così

E cosa viene dopo COVID-19

Gli ultimi mesi hanno scosso il mondo intero. Abbiamo attraversato diverse fasi, come sempre avviene quando le diagnosi sono serie: orrore, negazione e rabbia, seguiti da accettazione, cooperazione e resilienza.

In Svizzera, sono state prese rapidamente e in modo molto efficiente le seguenti misure: sostegno psicosociale per accompagnare le persone, aiuto finanziario per compensare la mancanza di reddito, telelavoro per poter stare con la famiglia e infine didattica a distanza. Erano anni che sognavamo queste misure, che semplificano la vita molto alle famiglie. Fino ad oggi, senza successo. Ora queste possibilità sono a disposizione di tutti.

La società nel suo insieme si è riorganizzata per affrontare questa situazione. Fra le varie misure prese, l'autoisolamento, che consiste nel non permettere alle persone a noi vicine di incontrarci per un certo periodo di tempo e nel fermare tutte le attività che non sono essenziali. Tutto questo è molto simile a ciò che le famiglie hanno vissuto per mesi, se non per anni, quando improvvisamente hanno scoperto che il loro bambino aveva contratto il cancro.

Anche se la pandemia ad un certo punto non ci sarà più, il cancro continuerà a debilitare molte famiglie per molto tempo. Molte sono state le soluzioni trovate per consentire ai genitori di assentarsi dall’azienda durante la pandemia senza paura di perdere il lavoro. Vorremmo che tale possibilità continuasse ad essere mantenuta nel caso in cui un bambino si ammali gravemente. Non possiamo assolutamente immaginare che questo sostegno sparisca con la fine della pandemia.

Governanti e governati hanno dimostrato chiaramente quanto periodo sia stato speciale in termini di assistenza, aiuto e cooperazione reciproca, perché solo insieme siamo più forti!